martedì 14 luglio 2015

Convegno "Famiglie Gay & Lesbiche e Costituzione Italiana"

Alla presenza di una trentina di persone si è svolto (col patrocinio del Comune di Rimini) il convegno sulle prospettive legali per le famiglie omosessuali in chiave costituzionale. Si è discusso della legge sulle unioni civili al momento in discussione al senato ed è stata fatta chiarezza sulle varie mistificazioni che vengono propalate da persone o disinformate o in malafede.

Marco Tonti, presidente di Arcigay Rimini, ha introdotto l'incontro facendo presente che i diritti delle famiglie omosessuali e dei loro figli sono diventati la cifra delle democrazie occidentali e atlantiche, il punto qualificante delle grandi democrazie liberali per marcare la distanza coi fondamentalismi totalitari a sfondo religioso che ci minacciano alle porte.

Dopo i saluti dell'assessora Irina Imola, sostenitrice dei registri delle unioni civili attivati da poco a Rimini, cui è stato fatto presente che in comune ancora giace la richiesta di trascrizione del matrimonio di Elena e Agnese avvenuto in Portogallo, il Prof. Giupponi, costituzionalista, ha risposto alle orride parole di Sallusti pronunciate alcuni giorni fa a Riccione, dicendo che la Costituzione difende i diritti umani dei cittadini e ha sottolineato che l'espressione di tali sentimenti fa parte di quei diritti. Il Prof. Donati ha spiegato che la legge deve non solo riconoscere uno stato di cose, ma che deve delineare la società che vorremmo, una società equa e accogliente che riconosca diritti anche alle famiglie omosessuali e ai loro figli.

Dopo alcune domande dei presenti, i relatori si sono detti interessati a fare un nuovo incontro sullo stesso tema, auspicabilmente dopo l'approvazione della legge Cirinnà sulle unioni civili.

Marco Tonti
Presidente Arcigay "Alan Turing" Rimini

-- 
Arcigay "Alan Turing" Comitato provinciale di Rimini
Associazione di Promozione Sociale
C.F. 91046230404

Nessun commento:

Posta un commento