giovedì 25 giugno 2015

Vescovo Regattieri: le famiglie sono tutte bellissime, anche quelle omosessuali con figli. Un grazie al sindaco Gnassi che le ha riconosciute. La invitiamo ai prossimi dibattiti per tranquillizzarla sui pericoli per le famiglie.

Caro Regattieri, non c'è dubbio che viviamo in tempi di crisi. Proprio per questo è importante che lo Stato, che deve difendere i diritti di tutti, garantisca la coesione sociale e la tutela dei più deboli, tra cui appunto ci sono le famiglie omosessuali e i loro figli, le quali non sono un'opinione ma un dato di fatto che non si può banalmente occultare sulla base di luoghi comuni privi di fondamento scientifico e materiale. Sorprende l'attacco del vescovo di Cesena al Sindaco di Rimini Andrea Gnassi, città che perdipiù si trova in una diocesi retta da un altro vescovo, mons. Lambiasi. Gnassi ha compiuto un atto di alta civiltà democratica nel sostenere i registri delle unioni civili, e attendiamo che mantenga gli impegni che ha preso a novembre trascrivendo finalmente (primo sindaco in Romagna) il matrimonio di Elena e Agnese, sposate in Portogallo.

Lunedì 29 sarò presente alla Festa dell'Unità di Cesena, invitato dai Giovani Democratici con le senatrici Filippin e Valdinosi, proprio per fare chiarezza e smentire con precisione ognuno dei presunti allarmi che lei ha sollevato nel suo messaggio. Lei è notoriamente un uomo alla ricerca della verità, e sono certo che accoglierà con sollievo la consapevolezza che i pericoli per la famiglia non vengono certo dalle nostre richieste di matrice umana. L'"ideologia gender" per esempio è una cosa che non esiste, come dichiarato anche dall'Associazione Italiana di Psicologia. L'omosessualità non è una malattia, ma l'omofobia sì come ha dichiarato l'associazione di Psichiatria Democratica. E l'omofobia esiste ed è una cosa disumana, come ha detto il presidente Mattarella. Chi dice di difendere gli ultimi deve mettersi una mano sul cuore, abbandonare le astratte posizioni ideologiche per fare l'esperienza reale degli affetti e dell'umanità sofferente.

Anche a Rimini è in corso di organizzazione per il 13 luglio un incontro con due giuristi dell'Università di Bologna dal titolo "Famiglie omosessuali e Costituzione: questo matrimonio s'ha da fare", per chiarire la fattibilità legale del matrimonio egualitario anche in Italia come avviene ormai nel resto d'Europa, compresa a furor di popolo la cattolicissima Irlanda. Ovviamente saremmo felici e onorati di averla come ospite in entrambi gli incontri.

Marco Tonti
Presidente Arcigay "Alan Turing" per le provincie di Rimini e Forlì-Cesena

--
Arcigay "Alan Turing" Comitato provinciale di Rimini
Associazione di Promozione Sociale
C.F. 91046230404

mercoledì 17 giugno 2015

Convocazione assemblea dei soci

Comitato Provinciale Arcigay "Alan Turing" Rimini

Via Bergamo 2, Riccione RN

c.f. 91046230404

CONVOCAZIONE DELL'ASSEMBLEA DEI SOCI

Alle Socie e ai Soci:

È convocata l'Assemblea dei Soci del Comitato provinciale Arcigay "Alan Turing" di Rimini in prima convocazione per il giorno domenica 5 luglio 2015 alle ore 6:00 presso la propria sede in Via Bergamo 2 Riccione, e qualora non si raggiunga il sufficiente numero legale, in SECONDA CONVOCAZIONE per il giorno GIOVEDI' 9 luglio 2015 alle ore 21.00 presso la stessa sede, per discutere, in prima o in SECONDA CONVOCAZIONE, dei seguenti punti all'ordine del giorno:

1. Presentazione di eventuali nuovi punti all'ordine del giorno (approvati o respinti a maggioranza dall'Assemblea);

2. Presentazione e approvazione del bilancio 2014;

3. Varie ed eventuali.

L'assemblea dei Soci è convocato secondo le norme dello Statuto provinciale e dello Statuto nazionale.

Rimini,17 giugno 2015

Per il Consiglio Direttivo

Il Presidente

Marco Tonti


--
Arcigay "Alan Turing" Comitato provinciale di Rimini
Associazione di Promozione Sociale
C.F. 91046230404