sabato 23 giugno 2012

Da San Marino una lezione di uguaglianza.


I cittadini omosessuali sammarinesi hanno lo stesso diritto a convivere degli eterosessuali. Con 33 voti favorevoli e 20 contrari, due giorni fa è stata approvata l’istanza d’arengo che propone l'estensione della possibilità di convivenza senza discriminazione. Fra i sammarinesi, anche gli omosessuali che vogliono vivere con una persona di altra nazionalità potranno quindi chiedere regolarmente il permesso di soggiorno per il compagno o la compagna. Mentre attendiamo che questa mozione approvata sia trasformata in legge prendiamo atto che dalla piccola Repubblica di San Marino arriva una grande lezione di civiltà al nostro Paese.
Ci auguriamo che questo passo in avanti sul monte Titano produca un’eco sul nostro Paese, ancora lontano non solo dalla Repubblica di San Marino, ma dal resto dell’Europa.
            
Il presidente
del Comitato provinciale Arcigay di Rimini “A. Turing”
Maura Chiulli

Nessun commento:

Posta un commento