giovedì 4 agosto 2011

GAY AND THE CITY

ARCIGAY “ALAN TURING” RIMINI invita a leggere
GAY AND THE CITY

La prima rubrica sull’arte e la festa del mondo omosessuale de Il Corriere di Romagna

Esce venerdì 5 agosto sul quotidiano Il Corriere di Romagna, da sempre testata di grande correttezza e modernità, l’inserto GAY AND THE CITY, la prima rubrica sull’arte e la festa legate al mondo omosessuale romagnolo, a cura della scrittrice e Responsabile Arcigay Cultura MAURA CHIULLI.
<<Nell’anno degli ennesimi rifiuti ad una legge contro l’omofobia, in un momento culturalmente difficile per il nostro Paese, un incontro tra mondo omosessuale e informazione è fondamentale. Sono orgogliosa di poter dare inizio a questo viaggio nella cultura e nella festa omosessuali, perché ritengo la conoscenza e la scoperta gli unici antidoti all’odio e all’indifferenza. Conosceremo artisti, luoghi, imprenditori gay o “amici dei gay” e racconteremo storie e appuntamenti. Nel resto d’Europa rubriche come questa esistono da tempo, in Italia si fa ancora fatica a raccontare il valore della diversità. Cominciamo dalla Romagna con GAY AND THE CITY>> dichiara Maura Chiulli in Conferenza stampa.
Orgoglioso Alessandro Tosarelli, Presidente di Arcigay “Alan Turing Rimini”, scrive <<Un ennesimo successo, un ennesimo spazio di coscienza conquistato da tutta la cittadinanza, non solo dalla comunità LGBT (lesbiche, gay, bisessuali e trans). La cultura e l’informazione sono un bene comune, che arricchisce tutte e tutti. Siamo lieti di iniziare questo viaggio con Il Corriere di Romagna e auspichiamo una sempre più proficua collaborazione. Nella Provincia di Rimini Arcigay conta oltre 3000 iscritti e spero che anche questa volta diano un segnale di partecipazione, leggendo e magari segnalando eventi, momenti, riflessioni anche sul nostro blog>>.

mercoledì 3 agosto 2011

Shopping sex.

Una performance, una provocazione, un viaggio.
Il 6 agosto Arcigay “Alan Turing” presenta in anteprima nazionale al Fuera di Rimini, la nuova performance della scrittrice Maura Chiulli in collaborazione con Le Strulle. Le musiche della più grande dj della scena lesbica italiana, Milla De La Soul. Una compagnia di sole donne avrà l’intero Piazzale Gondar per esibirsi dalle 23, in collaborazione con il Fuera, il locale lgbt più amato e noto della città.

Quattro donne e il paradigma contemporaneo: il sesso si acquista al chilo in uno scialbo supermercato immaginario. Pezzi di carne le donne. Dove sono le anime?
Travestirsi di maschio è necessario per riprodurre schemi sociali. L’amore si è nascosto in un abito rosso. Una donna in bianco si fascia e distribuisce cadaveri da ingollare. Cosa succede quando il maschio intravede le trame oscene della menzogna? Cosa succede quando una donna deve camuffarsi da maschio per odiare? Il destino e la verità si svelano in un abito rosso.
Esistono donne che non sono in vendita?

***

Maura Chiulli nasce a Pescara il primo novembre 1981.  A dieci anni vince il suo primo concorso di poesia, sebbene tutti  sottovalutassero la sua passione per le parole. A diciotto anni si trasferisce a Roma, città nella quale si laurea in Economia Aziendale. Oggi Maura è editorialista per diversi portali di informazione, pubblica i suoi racconti su celebri riviste letterarie (Fermenti, Prospektiva), si esibisce in performance dal vivo nei più bei locali italiani e sogna, quando non legge. L’economia politica un interesse che la lega alla realtà. La letteratura e la finzione sono la sua vita. Il suo romanzo d’esordio Piacere Maria edito da Socialmente, casa editrice bolognese, riscuote grandi successi di pubblico e di critica. Nel 2010 il suo secondo testo, Maledetti froci &Maledette lesbiche, Ed. AlibertiCastevecchi. Da anni combatte il pregiudizio e discriminazione e si batte al fianco di Arcigay, Associazione che l’ha eletta Responsabile Nazionale alla Cultura.

Le Strulle sono un gruppo di animazione italiano tutto al femminile, formatosi nel 2007 a Ferrara, che ha segnato l'immaginario LGBT grazie ad un massiccio successo commerciale, dalla seconda metà degli anni 2000. Si tratta del gruppo femminile lesbico di maggior successo degli ultimi 10 anni. Hanno all'attivo oltre 1000 parties in soli 4 anni, avvenuti in clubs, discoteche e festival di tutta Italia. Le tre ragazze che compongono il gruppo, Milla De La Soul, Rrose Sélavy e Martina La T, sono state definite da un quotidiano di Parma <<un fenomeno sociale che ha cambiato la musica popolare nei club LGBT e la cultura lesbica>>.